La grandissima quantità di app e altre risorse digitali disponibili in rete può essere una medaglia a due facce per gli insegnanti: da un lato un pozzo prezioso dal quale attingere nuovi strumenti e contenuti per la didattica, dall’altro un mare sconfinato in cui a volte è difficile distinguere ciò che è utile da ciò che non lo è. Per fare una selezione accurata serve tempo… e pazienza 🙂 ; avere indicazioni attendibili che guidino le nostre scelte è quindi senz’altro un valido sostegno.

Risorse per aiutarvi a scegliere gli strumenti digitali di cui i vostri studenti hanno davvero bisogno

La tecnologia può contribuire a migliorare l’insegnamento e l’apprendimento, ma non tutti gli strumenti sono intercambiabili: non dobbiamo dimenticare che ciascuna risorsa, per essere efficace, deve essere in grado di rispondere alle esigenze specifiche di chi la utilizza. Ma quali sono allora i bisogni principali di chi vive la scuola? Secondo un sondaggio della Gates Foundation, gli insegnanti sono alla ricerca di strumenti che: diano agli studenti una visione chiara delle abilità che hanno acquisito e di ciò che invece resta ancora da imparare; offrano al docente la possibilità di monitorare i progressi dei singoli studenti per poter adattare meglio la didattica; aiutino a mettere in atto delle attività su misura delle necessità e del livello degli studenti.

Scegliere l’app più adatta può diventare difficile, specie se si fatica a raccogliere informazioni a riguardo; ma l’unione può fare la forza, e se i consigli dei colleghi e il passaparola non sono sufficienti, ci si può affidare alle indicazioni delle comunità online che sono nate per valutare app e altri strumenti digitali per il mondo della scuola. In questo articolo ne trovate alcune.

Leggi l’articolo Resources to Help You Choose the Digital Tools Your Classroom Needs, di Karen Johnson, EdSurge.

Seguite questo percorso in 5 passi per scegliere con sicurezza le app giuste

Secondo gli autori di questo pezzo, per trovare l’app che fa al caso vostro bastano cinque passi:

  1. definire quale problema volete risolvere;
  2. pensare al come dell’apprendimento, cioè alle esperienze attraverso cui gli studenti imparano;
  3. restringere le tipologie di strumento sulla base dei punti 1. e 2.;
  4. cercare consigli validi da altre persone;
  5. valutare gli strumenti personalmente.

Prima di fare la vostra scelta finale, non dimenticate di prendere in considerazione i temi dell’accessibilità, dell’usabilità e del rispetto della privacy!

Leggi l’articolo Use this 5-step process to confidently choose the right apps, di Julie K. Marsh e Kerrigan Mahoney, ISTE.

Dovrei scaricare questa app? 10 domande da porsi per scegliere strumenti che valgano il vostro tempo – e quello dei vostri studenti

Oggi la stragrande maggioranza dei ragazzi possiede uno smartphone sul quale scarica e usa applicazioni di diverso genere, e proprio per questo molti insegnanti ritengono che esse siano gli strumenti giusti per aiutarli a catturare l’attenzione dei loro studenti e coinvolgerli. Ma non tutte le app sono adatte a questo scopo. Ecco quindi altri due specialisti del mondo della scuola che condividono una checklist per aiutare i docenti in cerca di applicazioni da integrare nelle loro lezioni: tutto sta nel cominciare con il piede giusto, ovvero non dimenticare mai il vero obiettivo, l’apprendimento degli studenti.

Leggi l’articolo Should I Download That App? A Ten-Question Checklist for Choosing Tools Worth Your – and Your Students’ – Time, di Kerry Gallagher and Ross Cooper, EdSurge.

 

Così tante app e così poco tempo per provarle tutte! Voi come procedete di solito? Raccontatecelo utilizzando i commenti

A proposito… anche noi abbiamo una app, la conoscete? 🙂


COMMENTI

  • […] aver visto insieme alcuni consigli su come scegliere le app giuste per la didattica, ecco anche qualche suggerimento su come ottimizzare le proprie ricerche […]


Lascia un commento