Articoli con tag: bsmart classroom

halloween
Halloween si avvicina e noi abbiamo pensato a un modo alternativo per festeggiarlo.

Hai mai sentito parlare di social writing, ovvero di scrittura collaborativa? Si tratta di un tipo di esercizio molto importante, che stimola gli alunni a lavorare insieme, ma anche a sviluppare la propria creatività e ad allenare il senso logico che occorre per creare una storia.

E qui ci è venuta in mente una sfida.

Noi abbiamo iniziato un racconto… ti va di finirlo tu con la tua classe?

Il castello di Azzurrina

 

Il 31 ottobre si avvicinava.

Luca guardava annoiato fuori dal finestrino, mentre suo padre guidava nella fredda notte. I suoi genitori erano degli amanti dei misteri e ogni Halloween lo costringevano a seguirli in un viaggio all’insegna del terrore.

L’anno precedente avevano visitato il castello di Dracula, in Romania. Quello prima erano andati in Scozia alla ricerca del mostro di Loch Ness, mentre quello prima ancora avevano visitato la piramide maledetta di Tutankhamon.

Quando era più piccolo lo trovava divertente, ma ormai Luca era grande. Aveva ben tredici anni e voleva passare le vacanze con i suoi amici, che per Halloween organizzavano sempre una festa incredibile.

“Su, non fare quella faccia!” gli sorrise la madre, che lo osservava dallo specchietto retrovisore. “Sono certa che ti divertirai”

“Come no…” borbottò lui di rimando, mentre eliminava l’ennesima notifica di WhatsApp che lo informava che i suoi amici si stavano preparando per iniziare la loro serata.

 

Circa un’ora dopo Luca e la sua famiglia erano finalmente giunti in Emilia Romagna, davanti al famoso castello di Montebello. Non si sa come, i suoi genitori avevano strappato il permesso di trascorrervi tutto il weekend.

Luca sbuffò e lesse per la centesima volta la guida di benvenuto: si diceva che nel XIV secolo la principessa Azzurrina fosse scomparsa misteriosamente in una delle sale mentre stava giocando con la sua palla. Le guardie avevano sentito delle urla, ma una volta arrivate sul posto non avevano trovato nulla. Nessuno aveva mai più visto la bambina, ma si diceva che da allora il suo spettro infestasse il palazzo.

Luca sbuffò: che sciocchezza. I fantasmi non esistono, lo sanno tutti.


condividere le risorse del libro su bSmart classroom Google classroom

Che bel video! Sarebbe molto utile condividerlo subito nella mia classe virtuale!

Questo esercizio è perfetto per riprendere l’argomento trattato settimana scorsa: adesso creo un compito da svolgere per i miei ragazzi!

Ho appena trovato in rete questa immagine, mi piacerebbe condividerla sulla bacheca del corso così potremo commentarla insieme durante la lezione di domani!

Avete pronunciato frasi simili almeno una volta negli ultimi mesi, vero?
Condividere
risorse da commentare insieme, approfondire il testo di una pagina particolare del libro e assegnare compiti su un argomento affrontato durante le ore di lezione sono esigenze frequenti nella programmazione delle attività scolastiche, soprattutto quando l’utilizzo delle piattaforme digitali per la didattica sostituisce l’esperienza classica dell’aula. 

Diventa quindi fondamentale favorire un collegamento immediato tra il libro – punto di partenza insostituibile dell’insegnamento – e gli ambienti di classe virtuale, ormai largamente diffusi per lo svolgimento delle lezioni a distanza. 

Ed è proprio questo l’obiettivo che ha ispirato la realizzazione della nuova funzionalità che oggi abbiamo il piacere di presentarvi: condividere le risorse del libro – o i materiali personali – all’interno dei propri corsi di bSmart Classroom o di Google Classroom, due delle piattaforme più diffuse nella scuola italiana.
In questo post vedremo insieme come sfruttare al massimo questa interessante novità.


Report bSmart Classroom

Come avrete notato, negli ultimi mesi non abbiamo scritto molto su questo blog, né sui nostri canali social Facebook, Twitter e il neonato Instagram.

Abbiamo scelto di dedicare tutte le nostre energie al supporto di quasi due milioni di utenti che tra marzo e l’inizio di giugno hanno utilizzato quotidianamente bSmart per le attività di Didattica a Distanza durante l’emergenza Covid-19.

Ci siamo messi in ascolto delle esigenze di migliaia di docenti per supportarli velocemente nell’organizzazione della didattica in un contesto inedito e tutt’altro che semplice.

Con alcuni di voi si è instaurato un dialogo costruttivo e arricchente dal quale sono scaturiti molti suggerimenti preziosi su come migliorare i nostri ambienti.
Oggi vi presentiamo il risultato di una richiesta che ci avete fatto in molti: la possibilità di scaricare i report sulle attività svolte nei Corsi di bSmart Classroom. Vediamo come fare in questo post.