Non solo svago per il tempo libero o distrazione durante la lezioni, ma strumenti didattici efficaci che possono rivelarsi utili a vari livelli. Secondo alcuni docenti ed educatori, i fumetti aiutano gli studenti a migliorare le competenze di lettura e scrittura, a comprendere più facilmente concetti complessi e ad avvicinarsi (se non addirittura ad appassionarsi) alla lettura.

Il loro punto di forza rispetto ai libri è naturalmente la componente visuale, un linguaggio molto più vicino ai ragazzi rispetto al semplice testo scritto, vista la quantità crescente di tempo che passano a contatto con i media di tipo visivo, dalla televisione, ai videogiochi e alla fotografia, che è ormai diventata il loro mezzo di comunicazione privilegiato, soprattutto sui social network.

Ecco quindi alcune riflessioni per valutare se e come integrare i fumetti nelle vostre lezioni.

Insegnare con i romanzi a fumetti

Innanzitutto, serve forse precisare che non tutti i fumetti hanno la forma delle tradizionali strisce disegnate che troviamo spesso su giornali e riviste. Ne esistono anche di più complessi, come i cosiddetti graphic novel, un genere narrativo in cui la storia non procede in modo seriale, ma è autoconclusiva, come nella struttura dei romanzi, appunto. I “romanzi a fumetti” contengono infatti tutti gli elementi dei libri che vengono tradizionalmente assegnati per la lettura a scuola: un inizio, lo svolgimento della storia, un epilogo, lo sviluppo dei personaggi, il conflitto, e molte altre caratteristiche tipiche. Per questo, molti li ritengono un valido strumento da utilizzare nella didattica, in alternativa alle letture consuete.

Ma quali benefici concreti possono portare se adottati nell’insegnamento? Ad esempio, possono venire in soccorso degli studenti (soprattutto delle scuole superiori di secondo grado) che hanno difficoltà con paragrafi testuali molto lunghi, e possono aiutare ad affinare un tipo di scrittura “efficiente”, ovvero far esercitare la competenza di riuscire ad esprimersi efficacemente all’interno di uno spazio limitato.

Una volta riconosciuta l’opportunità, prima di integrare questo tipo di fumetti all’interno delle lezioni, il primo passo da compiere per gli insegnanti è imparare a conoscere meglio questi testi, cominciando loro stessi a leggerli e a sperimentare in prima persona le competenze richieste per la loro comprensione e interpretazione. Voi ci avete già provato?

Leggi l’articolo Teaching with Graphic Novels, di George Jones, Edudemic.

Usare i fumetti come strumenti di apprendimento nelle lezioni di educazione civica

I fumetti possono supportare non solo l’esercizio delle abilità linguistiche, ma anche la riflessione e lo sviluppo del pensiero critico. Nella storia del loro genere, infatti, sono molti i fumetti che si sono occupati di tematiche sociali come l’inclusione, i diritti civili, la diversità di genere.

Un insegnante americano ha pensato di sfruttare proprio questo aspetto per portare la sua passione per i fumetti in classe e insegnare ai suoi studenti a riflettere sulla storia e l’attualità. Come racconta in questo articolo, ha mostrato ai suoi studenti che i protagonisti dei fumetti non sono solo supereroi con calzamaglia e mantello, ma personaggi nei quali ci si può immedesimare. Così li ha guidati attraverso riflessioni storiche su come la rappresentazione di determinati temi all’interno dei fumetti (il ruolo delle donne, la lotta per l’uguaglianza sociale, la politica) sia cambiata nel corso del tempo per rispecchiare la visione che se ne aveva nella società reale dell’epoca. Una metodologia che non sostituisce i tradizionali libri di testo, ma che può aiutare gli insegnanti a coinvolgere maggiormente i loro studenti, utilizzando un linguaggio più accessibile e più vicino a loro.

Leggi l’articolo How I use comic books as a learning tool in my social studies classroom, di Tim Smyth, PBS.

Strumenti e app per creare fumetti didattici da utilizzare in classe

Per concludere, vi proponiamo una raccolta di risorse digitali – testate da insegnanti – per cimentarvi insieme ai vostri ragazzi nella creazione di strisce a fumetti. Un’occasione per andare oltre la lettura, sperimentando nuove modalità espressive e dando sfogo alla creatività.

Leggi l’articolo Some Great Tools and Apps to Create Educational Comic Strips to Use in Class, Educational Technology and Mobile Learning.

 

Avete mai pensato al fumetto come a uno strumento didattico? Ci sono dei testi che adottereste nelle vostre classi per fare lezione? Su quali tematiche ritenete che questo linguaggio potrebbe essere utile? Dite la vostra usando i commenti!



Lascia un commento





Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.