Skip to main content

L’intelligenza artificiale si sostituirà agli insegnanti in futuro? Da tempo ormai si dibatte se e quando gli algoritmi generativi, che stanno diventando sempre più complessi e specializzati, rimpiazzeranno alcune mansioni specifiche se non addirittura cambieranno interi settori. Sarà davvero così?

Sull’argomento abbiamo già dedicato un articolo e qualche mese fa anche Bill Gates, magnate e fondatore di Microsoft, aveva detto la sua sull’argomento, scatenando non poche polemiche tra gli addetti ai lavori: «Penso che ci saranno sempre insegnanti umani, ma penso anche che la tecnologia che offriremo a questi insegnanti diventerà migliore, le lezioni diventeranno più interessanti e aiuterà gli studenti a concentrarsi di più sulla propria formazione».
Il tycoon statunitense, a dire il vero, non ha parlato di sostituzione ma di affiancamento e integrazione delle attività svolte dai docenti. Secondo lui le grandi potenzialità offerte da queste tecnologie emergenti potranno diventare valide alleate di chi insegna.

Non contenti delle diverse opinioni che si leggono in rete sul tema, abbiamo provato – un po’ per gioco, un po’ per curiosità – a chiedere un parere al diretto interessato: abbiamo quindi posto la domanda direttamente a ChatGPT, il servizio di intelligenza artificiale più diffuso al mondo. Ecco cosa ci ha risposto.

Per prima cosa abbiamo dato in pasto a ChatGPT (versione 3.5, quella gratuita) il prompt, vale a dire l’input testuale che contiene la descrizione e i dettagli di ciò che vogliamo chiedere all’intelligenza artificiale.

Questa è stata la nostra richiesta:
 L’intelligenza artificiale un giorno sostituirà gli insegnanti? Argomenta la tua risposta con un testo di almeno 800 parole. 

Visto che il testo di un articolo pubblicato su un blog è più leggibile se alcune parole sono evidenziate grazie al grassetto, abbiamo chiesto a ChatGPT quali passaggi avrebbe ritenuto corretto sottolineare. Ecco il secondo prompt che abbiamo usato:

 Dato il testo prodotto, aggiungi dei grassetti sulle parole o frasi che ritieni importanti. 

Qui sotto vedete la risposta fornita da ChatGPT: ve la riportiamo integralmente, senza alcuna modifica.

Titolo: Il Ruolo dell’Intelligenza Artificiale nell’Istruzione: Una Prospettiva Completa sulla Possibilità della Sostituzione degli Insegnanti

Introduzione

L’avanzamento dell’intelligenza artificiale (IA) ha suscitato numerosi dibattiti sulla sua possibile applicazione nel settore dell’istruzione. Una delle questioni più controverse riguarda la possibilità che l’IA possa sostituire gli insegnanti umani. Questo argomento solleva una serie di interrogativi etici, pedagogici e sociali. Nonostante i progressi significativi nell’IA, la sostituzione totale degli insegnanti è un concetto complesso e merita un’analisi approfondita.

L’IA come Strumento di Supporto all’Insegnamento

L’IA ha dimostrato un enorme potenziale come strumento di supporto all’istruzione. Attraverso l’analisi dei dati degli studenti, può identificare le loro lacune di apprendimento e fornire materiale personalizzato per colmarle. Inoltre, può facilitare la valutazione automatizzata delle prestazioni degli studenti, riducendo il carico di lavoro amministrativo degli insegnanti. Tuttavia, queste applicazioni non significano necessariamente una sostituzione completa degli insegnanti umani.

La risposta dell'intelligenza artificiale al nostro prompt

Una parte della risposta di ChatGPT al nostro prompt.

Le Capacità Umane Uniche degli Insegnanti

Gli insegnanti svolgono un ruolo critico che va oltre la semplice trasmissione di informazioni. Le capacità umane, come l’empatia, l’intuizione e la comprensione emotiva, sono fondamentali nell’istruzione. Gli insegnanti possono stabilire connessioni significative con gli studenti, motivarli e fornire sostegno emotivo, cosa che l’IA difficilmente può replicare. La comprensione del contesto sociale, culturale ed emotivo richiede una sensibilità umana che l’IA attuale non possiede.

Apprendimento Sociale ed Emotivo

Gran parte dell’apprendimento avviene attraverso interazioni sociali. Gli insegnanti non solo presentano informazioni, ma facilitano anche discussioni, dibattiti e collaborazioni tra gli studenti. Queste interazioni sviluppano abilità sociali ed emotive cruciali per la vita. La capacità dell’IA di gestire tali interazioni in modo significativo è ancora limitata. L’apprendimento non si limita all’assimilazione di fatti, ma comprende anche lo sviluppo delle abilità di pensiero critico, risoluzione dei problemi e creatività, che sono meglio coltivate attraverso interazioni umane.

Flessibilità e Adattabilità

L’ambiente educativo è mutevole e richiede flessibilità e adattabilità da parte degli insegnanti. Possono regolare i loro metodi in base alle esigenze degli studenti e agli sviluppi curricolari. L’IA potrebbe essere programmata per adattarsi, ma la vera capacità di adattamento umano si basa sull’esperienza, l’intuizione e la comprensione contestuale. Gli insegnanti possono individuare i momenti in cui è necessario un cambiamento nell’approccio educativo, rispondendo in modo tempestivo alle sfide e alle opportunità emergenti.

Etica ed Educazione

L’educazione non riguarda solo la trasmissione di conoscenze, ma anche lo sviluppo etico e morale degli individui. Gli insegnanti svolgono un ruolo cruciale nel guidare gli studenti attraverso questioni complesse, incoraggiando il pensiero critico e l’analisi etica. Questo tipo di insegnamento richiede un’interazione umana profonda e una guida individuale che va oltre le capacità attuali dell’IA.

L’IA come Strumento Integrativo

Invece di vedere l’IA come una minaccia alla professione degli insegnanti, potrebbe essere meglio considerarla come un potente strumento integrativo. L’IA può svolgere compiti ripetitivi, valutazioni oggettive e personalizzazione dell’apprendimento. Gli insegnanti possono concentrarsi su aspetti più profondi dell’istruzione, come la motivazione degli studenti, la creazione di connessioni significative e la promozione del pensiero critico. Integrando l’IA nella pratica educativa, gli insegnanti possono migliorare l’efficacia delle loro lezioni.

Conclusioni

In sintesi, mentre l’intelligenza artificiale sta rapidamente trasformando molti settori, la sostituzione completa degli insegnanti nell’istruzione è improbabile e indesiderabile. Gli insegnanti portano in classe competenze umane uniche, empatia e comprensione contestuale che l’IA attuale non può replicare. Tuttavia, l’IA ha il potenziale per migliorare l’apprendimento attraverso la personalizzazione, l’automazione di compiti amministrativi e l’analisi dei dati degli studenti. La prospettiva migliore sembra essere quella dell’integrazione, in cui l’IA agisce come un prezioso strumento di supporto, consentendo agli insegnanti di concentrarsi su aspetti dell’istruzione che richiedono la loro esperienza umana. L’obiettivo dovrebbe essere quello di creare un ambiente educativo equilibrato che combini le capacità uniche dell’IA con la profonda influenza degli insegnanti, allo scopo di formare individui non solo ben informati, ma anche eticamente consapevoli, critici e socialmente abili.

Cosa ne pensate del testo generato da ChatGPT? Se volete, potete provare anche voi i due prompt utilizzati per verificare se riceverete una risposta differente 🙂 
In ogni caso, raccontateci il vostro parere utilizzando i commenti!

Multidevice - bSmart Books
blank

Matteo è Head of Communication & CRM di bSmart Labs. Solitamente scrive. Quando non è impegnato in questa attività legge o vaga per le montagne, senza mai allontanarsi troppo da un computer connesso a internet.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link