Perché festeggiare il lavoro e i lavoratori? Come mai è stato scelto proprio il 1° maggio? È una ricorrenza solo italiana? Quando e dove si è tenuta la prima Festa del lavoro?

Abbiamo raccolto per voi alcuni materiali per portare il tema in classe e spiegare il significato di questa giornata ai vostri studenti.

 

Che cosa si festeggia il 1° maggio: la storia della Festa del lavoro

Ecco innanzitutto alcuni spunti su dove trovare risposta alle domande principali che abbiamo posto sopra.

 

Perché il Primo Maggio è la Festa del Lavoro – Domande e risposte per capire le origini di questa giornata

Questo articolo de La Stampa offre una serie di informazioni esposte in modo semplice e chiaro per spiegare come è nata la Festa del lavoro, con riferimenti storici alle lotte operaie di fine Ottocento dentro e fuori dall’Italia.

 

Festa del lavoro: perché si festeggia il 1 maggio? L’avete chiesto a Google, rispondiamo noi

Anche il Corriere della Sera racconta la storia di questa giornata internazionale e di tutti i lavoratori che hanno rivendicato i propri diritti e condizioni migliori. Interessante anche il breve approfondimento sulla celebrazione di questa festa in Italia e sui fatti drammatici ai quali è legata.

L’articolo contiene poi un video con immagini delle manifestazioni dei lavoratori di oggi e di ieri.

 

Da Chicago a Roma: storia per immagini del Primo Maggio

Tante immagini e contributi video anche in questa raccolta dedicata di Rai Storia. Si ripercorrono gli scioperi e le manifestazioni per portare la giornata lavorativa a 8 ore, le tensioni e le dure repressioni di padroni e forze dell’ordine, a partire dalle rivendicazioni dei lavoratori di Chicago del 1° maggio 1886. Si parla non solo degli Stati Uniti, ma anche dell’Italia e di fatti storici accaduti a Berlino e in Russia, a testimonianza di una lotta per i diritti a carattere internazionale.

 

Il lavoro nell’arte: Il Quarto Stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo

Possiamo ampliare la riflessione sul significato di questi avvenimenti passando dalla storia e dal diritto all’arte. Sono numerose le opere che riprendono scene di lavoro, ma possiamo dire che una su tutte è diventata il simbolo della Festa dei lavoratori: Il Quarto Stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo.

 

Quarto Stato

[Public domain], via Wikimedia Commons

 

Per una analisi dell’opera vi segnaliamo questo articolo dedicato di The Art Post Blog e un intervento fatto dallo storico dell’arte Stefano Zucchi al Palazzo Ducale di Genova.

 

Avete mai preparato la vostra classe alle celebrazioni del 1° maggio parlando delle origini e del significato di questa Festa del lavoro? raccontateci le vostre esperienze usando i commenti!



Lascia un commento





Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.