Il 25 aprile è una delle festività accolte con sollievo dagli studenti che vedono ormai vicina la fine dell’anno scolastico: ma sanno davvero qual è il significato della Festa della Liberazione per il nostro Paese?

Ecco alcune risorse didattiche per approfondire con loro questa pagina della storia italiana.

 

Che cosa accadde il 25 aprile 1945

Il 25 aprile 1945 è la data simbolo della lotta partigiana contro il governo fascista e l’occupazione nazista, un momento fondamentale per la Resistenza e per i fatti che porteranno alla ricostruzione dell’Italia e alla nascita della repubblica. Quel giorno i partigiani liberano la città di Milano con un’insurrezione proclamata da Sandro Pertini con queste parole:

 

 «Cittadini, lavoratori! Sciopero generale contro l’occupazione tedesca, contro la guerra fascista, per la salvezza delle nostre terre, delle nostre case, delle nostre officine. Come a Genova e a Torino, ponete i tedeschi di fronte al dilemma: arrendersi o perire.» 

[Qui potete ascoltare l’audio originale dall’Archivio teche Rai]

 

Ci sono moltissimi materiali disponibili online per approfondire gli eventi di quei giorni; noi vi segnaliamo in particolare questi:

 

5 film sulla Resistenza italiana da vedere in classe per la Festa della Liberazione

Affidare alle immagini il racconto della guerra, dell’occupazione nazi-fascista e della lotta partigiana è una modalità molto efficace per trasmettere agli studenti in maniera chiara e diretta non solo la conoscenza dei fatti, ma anche l’atmosfera che si respirava nel contesto politico e sociale dell’epoca.

Sono numerosi i film che si impegnano a rappresentare la storia della Resistenza italiana e della ricostruzione alla fine della guerra. Vi proponiamo una selezione di 5 titoli, realizzati a distanze di tempo differenti rispetto ai fatti narrati, dall’immediato dopoguerra fino ai nostri giorni.

 

Roma città apertaRoma città aperta, di Roberto Rossellini (1945)

Impossibile non citare questa pietra miliare del cinema neorealista italiano, che ha ricevuto riconoscimenti internazionali e ha per protagonisti due grandi attori, Anna Magnani e Aldo Fabrizi.

Durante l’occupazione nazista a Roma nel 1944, Giorgio Manfredi, giovane ingegnere comunista, cerca di sfuggire alla polizia che lo vuole catturare. Trova rifugio presso Don Pietro, impegnato a supportare la lotta partigiana. Durata: 99 minuti.

 

Le quattro giornate di NapoliLe quattro giornate di Napoli, di Nanni Loy (1962)

Il 28 settembre del 1943, a seguito della fucilazione di alcuni marinai italiani, a Napoli scoppia una rivolta popolare spontanea che in soli quattro giorni riesce a liberare la città dai nazisti prima dell’arrivo degli Alleati. Durata: 123 minuti.

 

C'eravamo tanto amatiC’eravamo tanto amati, di Ettore Scola (1974)

Questa commedia ha per protagonisti Gianni, Nicola e Antonio, tre partigiani che diventano amici durante la Resistenza. Dopo la guerra, ognuno prende la sua strada, ma avranno modo di incontrarsi e riflettere sulle loro vite. Durata: 125 minuti.

 

I piccoli maestriI piccoli maestri, di Daniele Luchetti (1998)

Tratto dall’omonimo romanzo di Luigi Meneghello, il film narra le vicende di alcuni studenti universitari che decidono di partire per unirsi ai partigiani nella lotta contro il nazifascismo. Si renderanno conto ben presto che fare la guerra non è affatto facile. Durata: 109 minuti.

 

Una questione privataUna questione privata, di Paolo Taviani (2017)

Un’altra pellicola tratta da un romanzo, questa volta dall’omonimo di Beppe Fenoglio. Durante i combattimenti della guerra di liberazione nelle Langhe, il giovane partigiano Milton è alle prese con una lotta interiore tra i combattimenti contro i nazifascisti e il suo amore per Fulvia. Durata: 84 minuti.

 

Volete segnalare altre risorse per celebrare la Festa della Liberazione? Utilizzate i commenti per condividere i materiali che ritenete più utili!



Lascia un commento





Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.